Ma dove WAY senza i vini WAY?

Vigneto di Gianluca Cabrini uno degli appezzamenti di Tenuta Belvedere 40,000 bott/anno

Nascono nel 2015 gli happy wine di Gianluca Cabrini, Tenuta Belvedere.

Una idea che sarebbe stata presa in considerazione molto prima se fosse ancora stato in azienda il nonno della moglie di Gianluca, esperto di rifermentati in bottiglia. Siamo in Oltrepo’ pavese, Motecalvo Versiggia, zona da sempre vocata al Pinot Nero e ai frizzanti rifermentati, nonché colline in cui è nato il Metodo Classico.

È ad alcune fiere che Gianluca scopre questa tipologia di vini, antica quanto nuova in termini di mode: il metodo ancestrale. Il metodo ancestrale altro non è che la tradizione di fare vino senza ricorrere alle autoclavi, lasciando che il vino si ‘spumantizzi’ da solo in bottiglia con, appunto, una seconda fermentazione: rifermentato.

IL METODO ANCESTRALE

Le uve vengono pressate in modo molto soffice per estrarre soprattutto i lieviti autoctoni, vengono poi lasciate fermentare in vasche d’acciaio a temperatura controllata, solitamente a bassa temperatura. Questa prima fermentazione canonica viene poi interrotta con un contenuto di zuccheri e lieviti ancora alto in modo che, dopo l’imbottigliamento, la fermentazione possa riprendere in bottiglia.

Questa tipologia di vino, che si posiziona tradizionalmente non come un Metodo Charmat e nemmeno come un Metodo Classico ma come una vinificazione intermedia, veloce, semplice, autentica, senza sboccature, filtrazioni o chiarifiche, si presenta col fondo, torbido e con un Petillant leggermente frizzante. Da questo termine di origine francese, Petillant, si possono anche chiamare Pet Nat. L’autoclave ha strappato al naso tantissimi profumi ed è veramente bello riscoprire quelle sfumature piene e quei sapori marcati che forse, sono andati perduti. Pensare che i nostri nonni, bevevano quasi sempre così ed è una parte della tradizione che la tecnologia ci ha tolto e che ora il mercato richiede prepotentemente.

LA LINEA WAY DI TENUTA BELVEDERE

Il passo di Gianluca nel mondo dei Pet Nat è rapido ma arduo, per quanto questo tipo di vini sia la tradizione dell’oltrepo’ pavese e anche la tradizione di tantissime altre zone vitivinicole italiane e straniere, è un vino che va fatto con esperienza e cura. Lui stesso, amante dei vini leggermente frizzanti, ammette che l’inesperienza e la voglia di creare, a volte gioca brutti scherzi. Nasce appunto nel 2015 il primo WAY bianco di Tenuta Belvedere. Esperimento non riuscito come Gianluca voleva ed infatti, il primo anno il vino sembra non piacere. Dice che sta cominciando a dire la sua oggi, nel 2020; vino che dimostra senz’altro che i vini frizzanti e facili, non sempre vanno bevuti lo stesso anno di messa in commercio.

Un Sur Lie bianco che unisce meravigliosamente il 70% di Pinot Nero e il 30% di Riesling Italico, caratteristico e autoctono della zona. Metodo ancestrale e vorrei tanto usare la parola artigianale dopo aver visto la cantina e i vigneti. Ovviamente Gianluca lavora con minimi interventi, in maniera naturale e artigianale ma questo, mi sembra anche inutile dirlo.

Non mi sono fatto scappare tutta la linea WAY, il bianco 2015 appunto, Il Rosso, un blend di Pinot Nero, Barbera e Croatina imbottigliato a maggio 2019 Metodo ancestrale e il Rosato 100% Pinot Nero 2018 Metodo ancestrale.

La mitica linea WAY di Gianluca Cabrini

Il Rosso voglio lasciarlo in cantina qualche anno e vedere se è in grado di regalare i profumi e le sfumature rudi e caratteristiche dei vitigni di cui è costituito e regalarmi una bellissima bevuta come il Bianco 2015 e il Rosato 2018.

Vini allegri, giovani, croccanti, freschi e con una strutura aromatica di grande impatto. Una linea che si differenzia molto bene dalle altre produzioni di Gianluca specialmente per le etichette e la tipologia di lavoro dietro i vini di Tenuta Belvedere. Una linea colorata e divertente capace di chiamare l’attenzione anche del più attento winelover e professionista.

A me, hanno divertito tantissimo, una bevuta piacevole e piena, con quella acidità che ti porti dietro ad ogni sorso e che ad ogni sorso ti regala quell’evoluzione in bottiglia aperta col fondo.

A qualcuno piace agitarlo un attimo e mischiare fondo e vino prima di bere, io, solitamente lo faccio sul finale, mi piace moltissimo il cambiamento di struttura e di sapori che una di queste bottiglie sa regalare. Un vino immancabile in cantina. Se volete sapere di più su Gianluca e la sua storia e, ovviamente, sui suoi grandissimi vini, ecco un link in cui si è raccontato, senza veli ma con…tante etichette! VAI ALL’ARTICOLO .

Sotto invece le mie note degustative del Bianco e del Rosato WAY rispettivamente 2015 e 2018.

WAY BIANCO 2015

70% Pinot Nero e 30% Riesling Italico. In coppa ha un colore giallo acceso tendente all’arancio, torbido trasparenza media. Molto delicato al naso, acidità equilibrata e ricco bouquet in bocca, lungo sul finale. Sentori erbacei e un bel tannino verde. Fresco e croccante, elegantissimo con questa nobile nota fruttata. Molto presente il sentore del Pinot Nero. Un fantastico vino, delicatissimo per essere un metodo ancestrale, forse dovuto agli anni, 5 dalla messa in bottiglia. Molto buono e di bevibilità divertente ma ad un naso e bocca attenti, complesso e strutturato.

WAY ROSATO 2018

100% Pinot Nero Metodo Ancestrale, colore arancione tendente al rosa, torbido trasparenza media. Al naso è strutturato e intenso, gli aromi caratteristici del Pinot Nero come il marasca e le bacche di bosco, un sentore di frutta matura marcata che dona carattere a questo Pet Nat incredibile, senza ombra di dubbio prende il mio voto 10, un po’ per la mia attitudine al pinot nero e un po’ perchè è un ancestrale che non ti aspetti, carico di tradizioni, autenticità e struttura. Un vino indimenticabile.

WAY ROSSO 2017

Degustazione “Atta a divenire……” Lasciato in cantinetta………..

One thought on “Ma dove WAY senza i vini WAY?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: