A due Settimane da FIVI, ricordi di assaggi da 10 agli eventi Autunno 2019

Fortunatamente quest’anno che sono stato in Italia nel periodo di Settembre, Ottobre e Novembre, ho potuto partecipare attivamente dopo qualche anno ad alcuni eventi enoici di inizio Autunno come ‘Enologica’ a Bologna, ‘Terredivite’ a Levizzano (MO), la sempre bellissima e rustica ‘Sagra dell’uva di Castelvetro’ e per finire in bellezza, come mancare al ‘Mercato dei vignaioli indipendenti FIVI‘ a Piacenza.

Erano alcuni anni che non partecipavo a qualche bell’evento italiano sotto il segno “WineLover” e devo dire che mi mancava tanto. Ho notato tantissime differenze rispetto agli anni passati, soprattutto riguardo agli eventi più convenzionali come Enologica e il Mercato FIVI. Ho letto anche tante diatribe riguardo a chi va ad un evento e chi va ad un altro, sembra che il mercato degli eventi enoici italiano si stia dividendo in varie fazioni a seconda del vino e del produttore e soprattutto del tipo di visitatore che andrà a un determinato evento.

Un po’ come quando ci si schierava, succede tutt’ora, dalla parte di Vinitaly o da quella di Prowein. L’affluenza e il senso comune per un vino più vero, autentico e soprattutto, l’incontro con i produttori, sembra comunque essere diventato una colonna portante della maggior parte degli eventi dove si permette l’ingresso anche a non addetti ai lavori. Una cosa che mi è piaciuta tantissimo, la grandissima affluenza vista a Bologna a Enologica ma soprattutto, le bellissime file davanti alle piccole capanne delle cantine alla sagra dell’uva di Castelvetro. I ragazzi, sorseggiano vino in calici marchiati dall’organizzatore, seduti nelle panchine del bellissimo parco ai piedi della rocca, parlano col produttore, vogliono sapere e conoscere.

Pochi anni fa, prima ancora del calice di vetro (che non veniva mai dato ad eventi del genere per motivi ovvi di sicurezza) i produttori erano lí solo per versare nei bicchieri di carta a chiunque si accostasse al loro banchetto. Molto bello notare questa voglia e questa tranquillità, un vero modo SLOW di bere e di approcciarsi ai prodotti del territorio.

Enologica a Bologna è sempre stato un grande raffinato evento dove quest’anno l’affluenza è stata altissima, anche solo per bere un calice nel palazzo di Re Enzo ed osservare la fontana del Nettuno dall’alto, invece della solita enoteca. FIVI, che dire, uno dei miei preferiti da sempre, un po’ perché mi piace molto la Mission dell’associazione, rispetto e riconosco i suoi valori come autentici e necessari. Affluenza epica quest’anno con oltre 600 produttori. Una meraviglia vera l’autunno italiano, senza citare il “Merano Wine Festival”.

Ecco dunque una breve carrellata dei 10 assaggi da 10 e lode fatti agli eventi a cui ho partecipato questo Autunno-Inverno 2019. Chissà magari potrete prendere spunto da qualcuno di questi appunti per qualche regalo di natale…. (Non sono in ordine di gradimento n.d.r.)

Fattoria Moretto (Castelvetro-Modena): Lambrusco Grasparossa in purezza rosé. Oltre alla bellissima ed elegante etichetta di questo rosa pallido, un vino che si sposa benissimo anche con carni bianche e rosse, purè di patate, salse e verdure grigliate. Che dire, un Grasparossa in purezza con la delicatezza e l’acidità della vinificazione in rosa, stupefacente.

Terraquilia la Cantina (Guiglia-Modena): Grande lavoro, soprattutto sulla linea dei rifermentati in bottiglia. Azienda Bio certificata con una vastissima gamma di prodotti. Consiglio assoluto il Lambrusco Fermentato in bottiglia col fondo.

Falconero 24 (24 poiché affinato in bottiglia per 24 mesi, metodo ancestrale).

Non dimentico nemmeno il Rosé di questa cantina il Sanrosé zero, presentato e premiato anche a Enologica a Bologna, un Sangiovese in purezza vinificato in bianco con fermentazione a freddo delle uve, sboccato a la volé dopo 20 mesi sui lieviti.

Corte Beneficio (Ferrara): Antonella, proprietaria incontrata a Enologica, mi trasporta nel mondo del Lambrusco Maestri; il Mora di Rovo un bellissimo ruspante prodotto vinificato con macerazione carbonica. Perfettamente ricco di aromi e frutti intensi e tipici del vitigno che con questa vinificazione sembrano fissarsi nella bottiglia come non mai. Antonella consiglia questo vino con i ‘cappellacci al ragú di zucca’. Io, consiglio questo vino con qualsiasi cosa si abbia a disposizione. Fantastica espressione di un territorio minerale, marino e forse, differente grazie a questo vino.

Az.Agricola La Calcinara (Ancona): Fantastici prodotti firmati Rosso Conero DOC. Ne segnalo due ma tutta la linea degustata è molto interessante, partiamo dal rosato 100% uve Montepulciano in purezza Mun; oltre alla bellissima etichetta e una label studiata e molto accattivante e giovanile, il vino è fresco, corposo e molto morbido, acidità per nulla aggressiva.

Il Cacciatore di Sogni Rosso Conero DOC 2017, un super vino, con equilibrio e corpo spattacolari. Intenso e lunghissimo sul finale, sinceramente questa cantina che non conoscevo, mi ha stupito un po’ per la giovane età dei produttori, un po’ per la loro storia, due fratelli alla guida di una azienda e grandi vini, hanno tanto da raccontare agli eventi.

Cantina San Biagio Vecchio (Faenza): produttori FIVI di tutto rispetto, marito e moglie completamente dedicati all’elaborazione di vini e farine del loro territorio. Come non citare un Albana che difficilmente mi dimenticherò: Anforghettabol. Vinificata in anfora di terracotta Kvevri insieme alle buccie per un anno, decanta 5 mesi in acciaio, assume un corpo, una struttura ed una longevità unica, provate in FIVI differenti annate tutte spettacolari e differenti, un Albana che proprio non ti aspetti ma sa di autentico!

Cantina Socci (Castelpiano-Ancona): Tra tutti i vini di Marika, la medaglia d’oro va senza dubbio al Bianca 2018. Un vino presentato proprio sabato 07/12 nella sua Castelpiano (a cui non abbiamo potuto andare purtroppo), in esclusiva assaggiato al mercato FIVI. Prodotto con l’innovativo metodo Vinooxygen che si propone di eliminare i vari travasi e le varie filtrazioni in vinificazione e maturazione; direttamente dalla pressatura alla bottiglia. Un Verdicchio dei Castelli veramente pazzesco, capacità alta di invecchiamento, un bianco di struttura, corpo e carattere assoluti. Da provare e regalare, un 10 anche alle etichette con cui Marika veste le sue bottiglie.

Cantina VillaJob (Pozzuolo del Friuli): di Villa Job e della storia di Alessandro e Lavinia, proprietari, potrei e vorrei tanto stare a parlare per giorni, visto che però ne ho già parlato spesso, presento qui l’assaggio top della loro gamma al FIVI. Il Sudigiri. Sauvignon 100% lavorato e allevato totalmente al naturale, vinifica in cemento per 6 mesi e per 3 mesi in barrique di 4-5 passaggio prima di affinarsi 2 mesi in bottiglia. Un vino introverso, speciale, di poche parole ma di grandi sensazioni. Alessando e Lavinia stupiscono ancora una volta. Vini belli da vedere, spettacolari da bere e sicuramente TOP da regalare.

Tenuta Belvedere (Montecalvo-Pavia): Di Gianluca Cabrini, proprietario ed enologo estremo, ho parlato QUI in una esclusiva intervista. Una persona fantastica è sempre in grado di produrre vini innovativi e autentici. Il WAI ad esempio, mi ha colpito tantissimo, una linea studiata di Naturali, pensata, sbagliata e che poi ha trovato il suo equilibrio. Cercate uno dei suoi WAI e provate a vedere se anche voi, non lo dimenticate più. Grande Gianluca.

È bellissimo andare agli eventi e spero di vedere, anche per questo 2020 una affluenza unica alle manifestazioni. Dal mio piccolo, posso dire che la comunicazione e la ricerca di quell’ avvicinamento e legame, necessario alla diffusione del prodotto enologico italiano, stia senza dubbio dando i suoi frutti. Un avvicinamento che lega Territorio-Prodotto-Produttore e Consumatore. Una splendida catena tutta da leggere e da svolgere come preferiamo. Questi sono i miei 10 vini da 10 delle manifestazioni 2019 e che, oltre alle foto, resteranno incisi insieme alle storie dei produttori nella mia memoria. Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: